Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo
images/0210_formia_01.jpg

Corso Nazionale Insegnanti Tecnici 2021

Dopo la meravigliosa estate italiana all’insegna dei Giochi della XXXII Olimpiade e della XVI edizione dei Giochi paralimpici estivi ricca di successi e forti emozioni vissute grazie all’oro di Vito Dell’Aquila, la FITA riparte con i corsi di aggiornamento nella splendida cornice di Formia. Da oggi, venerdì 1 ottobre e fino a domenica 3 ottobre, al Centro di Preparazione Olimpica “B. Zauli” di Formia, tutti i partecipanti potranno seguire lezioni teoriche e pratiche, ma anche passare di grado. Un corso strutturato per lo più all’aperto con oltre 400 partecipanti così suddiviso:

  • Corso Nazionale di aggiornamento per Insegnanti Tecnici con qualifica da Allenatore, Istruttore e Maestro
  • Corso Nazionale per Aspiranti Maestri + Esame di Qualifica
  • Corso Nazionale per Aspiranti Istruttori + Esame di Qualifica
  • Corso Nazionale per Aspiranti Allenatori + Esame di Qualifica
  • Esami di DAN dal 4° all' 8° 

Il Presidente Federale, Angelo Cito, è intervenuto inizialmente per un saluto istituzionale ai corsisti dichiarando loro quanto segue: 

“È una grande soddisfazione rivederci tutti insieme qui a Formia dopo un periodo in cui, causa limitazioni, abbiamo dovuto adattarci limitando, seppur solo parzialmente, le nostre attività in programma. Tutti voi avete una grande responsabilità verso gli atleti e per tale motivo è importante che condividiate esperienze sul campo come questa tutti insieme. Siamo tra le prime dieci Federazioni in ambito mondiale come prestigio e numero di tesserati. La crescita che il movimento continua ad avere in ambito mondiale dev’essere per voi uno stimolo per contribuire sempre più a migliorarci. Il risultato ottenuto dal Campione è l’espressione di un intero movimento e voi dovete ragionare non come singoli ma come gruppo coeso e unito. Approfittate di questa occasione e cercate di fare tesoro di ogni modulo presente nel programma.

Lo straordinario risultato delle Olimpiadi - ha aggiunto Cito - ha permesso alla Fita e al Taekwondo di espandere la propria immagine anche al di fuori del contesto sportivo. Dobbiamo essere bravi noi a capitalizzare il risultato sportivo e voi, oggi e in futuro, a mantenere vivo il sogno di ogni atleta che un domani potrà ripercorrere un’importante scia mediatica oltre il risultato sportivo. Il nostro migliore strumento è l’impegno e su questo si basa la programmazione della Federazione e di tutte le società affiliate.

Dopo questo lungo periodo di stop forzato dalle competizioni ripartiranno a breve le gare. È importante che i vostri ragazzi partecipino, che imparino a gestire gli imprevisti, le vittorie, il rapporto con i media ma soprattutto le sconfitte. Dalle sconfitte si imparano le più importanti lezioni di vita. Insieme dobbiamo costruire il Taekwondo del futuro sfruttando tutte le opportunità a disposizione. Oggi le gare e gli impegni annuali sono frequenti e vanno gestiti con maggiore intensità rispetto al passato. Per tale motivo subentra la necessità di disporre di tecnici sempre più validi e preparati oltre ad una classe dirigente in grado di capitalizzare i risultati portando sempre più valore al taekwondo.

Il freestyle è in crescita e apre agli atleti, alle società e a voi tutti nuove strade da percorrere. In futuro sarà sempre più importante differenziare la disciplina sportiva per coltivare talenti in grado di competere in ambito internazionale. Ad oggi il CIO ci classifica tra i primi cinque sport per interesse in ambito mondiale. Gli sforzi di noi tutti sono essenziali per raggiungere risultati sportivi in primo luogo e parallelamente per sviluppare e far crescere il nostro sport al di fuori del contesto di riferimento. Con il duro lavoro e obiettivi ben definiti sapremo valorizzare esponenzialmente i nostri atleti e il nostro sport. Buon corso a tutti voi.”

PROGRAMMA DEL CORSO AGGIORNATO