Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo
images/9D402D3E-2D75-4D7D-B10E-F1A8BB998571.jpeg

Taekwondo Paralimpico, Margherita e Antonino: un obiettivo a “cinque cerchi”

Articolo della gazzetta dello sport del 29 settembre 2018.

Nella giornata nazionale dello sport paralimpico a Roma si ritrovano anche Bossolo e Borsoi: la ragazza veneta ha 12 anni e vuole seguire il percorso tracciato da Bebe Vio, il palermitano ne ha 23 ed è in corsa per volare a Tokyo 2020

Con il campione di oggi e la possibile campioncina di domani: c’era anche il movimento olimpico del parataekwondo oggi al Centro di preparazione di Roma nella giornata nazionale dello sport paralimpico, presentandosi al pubblico di appassionati e soprattutto studenti. E al centro del tatami, protagonisti delle esibizioni, anche Antonino Bossolo e Margherita Borsoi.

CONTINUA SU https://www.gazzetta.it/taekwondo/28-09-2018/taekwondo-paralimpico-bossolo-borsoi-tokyo2020-300237012637.shtml