Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo
images/Senza_titolo-2.jpg

Il Taekwondo Italiano piange la scomparsa di Carlo Azeglio Ciampi.

La Federazione Italiana Taekondo piange la scomparse del Presidente Emerito della Repubblica Italiana, Carlo Azeglio Ciampi.

Come disposto dal CONI, la FITA dispone di osservare un minuto di silenzio in occasione di tutte le manifestazioni sportive che si disputeranno in Italia a partire da oggi e per tutta la settimana.

"A Ciampi sono legati molti episodi importanti della storia dello sport italiano, a cominciare dall’apertura dell’ultima Olimpiade svoltasi in Italia. Fu proprio Ciampi, all’epoca Presidente della Repubblica, il 10 febbraio 2006, a dichiarare aperta la XX edizione dei Giochi di Torino 2006 nello Stadio Olimpico della città piemontese al fianco del Presidente del CIO, Jacques Rogge, e del Presidente Onorario, Juan Antonio Samaranch. “Dichiaro aperta a Torino la celebrazione dei XX giochi Olimpici Invernali”, queste le sue parole, così come previsto dal cerimoniale del CIO.

Ciampi è stato anche il primo Presidente della Repubblica italiana ad assistere alla Cerimonia di Apertura di un’Olimpiade all’estero (in precedenza Giovanni Gronchi aveva aperto le due edizioni italiane di Cortina 1956 e Roma 1960).

Presenziò infatti all’inaugurazione di Atene 2004 e il giorno dopo decise di assistere ad alcune gare prima di recarsi al Villaggio Olimpico per pranzare con la squadra azzurra (fatto mai accaduto in precedenza per un Capo dello Stato italiano)." [fonte coni.it]

Il Presidente FITA, Angelo Cito, lo ricorda come una prestigiosa figura istituzionale e un grandissimo uomo di sport:

"Le imprese sportive sono occasioni uniche per far ritrovare ad un popolo i propri valori. Un uomo che ha fortemente creduto in questo è sicuramente il Presidente Carlo Azeglio Ciampi. Con il suo messaggio ha fatto stringere un'intera nazione intorno alla propria bandiera e al proprio inno nazionale, facendone scoprire oltre ai valori storici anche quelli futuri. Con la sua presenza durante i Giochi Olimpici abbiamo avuto l'onore di conoscerlo e apprezzare le sue qualità di uomo. Ringrazio il Presidente per quanto ha fatto per noi, la sua figura resterà nella memoria di questo paese per sempre."