Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo
images/ParkSunJae-Zagreb-1968.png

Addio Presidente Park.

parksj.jpg

Il Presidente Sun Jae Park è stato sopra ogni altra cosa un uomo onesto. Un uomo che ha dedicato la sua vita al Taekwondo ed a tutti noi. Egli ha saputo far appassionare a questa arte marziale milioni di persone in tutto il mondo e si è prodigato come pochi altri affinché il Taekwondo diventasse uno sport olimpico. È stato maestro e dirigente illuminato ed ha sempre anteposto l'interesse generale a quello privato. Un gigante nel panorama mondiale del Taekwondo ed un uomo con lo sguardo sempre rivolto verso il futuro, mai verso il passato.
La più grande eredità che il Presidente ci lascia è il suo spessore morale e la sua coerenza nell'affermare quotidianamente quei sani valori di cui ognuno di noi deve avere memoria nella pratica del Taekwondo e dello sport in generale.

Grazie Presidente.

Angelo Cito
Segretario Generale FITA


Funerali:

Basilica di Santa Croce.
Indirizzo: Via Guido Reni, 2, Roma

Cerimonia funebre, martedì 1 marzo ore 15.00

Per i telegrammi:
Federazione Italiana Taekwondo
Viale Tiziano 70, 00196 Roma


Il Presidente Sun Jae Park è stato un pioniere del Taekwondo in Italia e non solo. Nel 1966 porta la disciplina del Taekwondo nel nostro paese e nel 1968 in Croazia (ex-jugoslavia).

Nei primi anni promuove il Taekwondo in giro per l’Europa e nel 1976 fu uno dei membri fondatori dell’unione Europea di Taekwondo (ETU) Nel 1989 fu eletto per la prima volta membro del consiglio esecutivo della World Taekwondo Federation (WTF) e nel 1994 partecipa come delegato ufficiale WTF al Congresso per il Centenario del Comitato Olimpico Internazionale a Parigi dove il Taekwondo è diventato sport ufficiale per le olimpiadi del 2000 a Sydney.

Nel 2000 fu nominato Presidente della Commissione Arbitrale delle Olimpiadi di Sidney 2000 e sempre nello stesso anno partecipa al consiglio nazionale del CONI. Dal 2002 al 2005 fu eletto Vice-Presidente della WTF, nel 2004 fu nominato Presidente Onorario dell'Unione Europea Taekwondo e nel 2013 fu rinominato Vice-Presidente della WTF, ruolo che ricopriva fino ad oggi insieme a quello di Presidente della Federazione Italiana di Taekwondo.

Sotto la sua presidenza, l'Italia, tra i vari successi, ha conquistato tre medaglie olimpiche in due edizioni dei Giochi: l'oro di Carlo Molfetta a Londra 2012, l'argento e il bronzo di Mauro Sarmiento a Pechino 2008 e Londra 2012.

Oltre al Taekwondo:

1964: Si laurea in Scienze Politiche all'Università di Roma

1994: Ottiene la laurea Honoris Causa dall'Università Yonsei

1959-1978: Professore di lingua Coreana all'Università di Napoli

1960: Assistente del Team Coreano alle Olimpiadi

1986-1988: Consulente per le Olimpiadi di Seoul

dal 1988 1989-2016: Consulente del Presidente della Repubblica Coreana per la "Peaceful Unification of Korea"