Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Convenzione FITA_Cammino

Firmata oggi a Roma la lettera d'intenti tra la Federazione Italiana Taekwondo, nella persona del Presidente e legale rappresentante, dott. Angelo Cito e la Camera Nazionale Avvocati per la persona, le relazioni familiari e i minorenni, nella persona del Presidente e legale rappresentante avv. Maria Giovanna Ruo, con l'intento comune di valorizzare le occasioni d'impegno comune in relazione a:

  • sviluppo di progetti e iniziative formative per i professionisti che a diverso titolo operano con e per le persone di età minore e gli adolescenti, con particolare attenzione ad una professionalità in grado di affrontare problematiche comportamentali e disabilità fisiche;
  • processi di promozione della cultura dei diritti dei minori di età e adolescenti nella disciplina del Taekwondo, con le finalità didattiche, scoiali e di tutela della salute;
  • sostenere e attuare progetti di protezione delle fragilità, di cura e trattamento delle principali e più frequenti problematiche dell'età evolutiva che incidono nello svolgimento dell'attività sportiva;
  • promuovere lo studio e l'attuazione delle modalità di inclusione nello sport e nella disciplina del Taekwondo di persone di età minore portatrici di handicap o difficiltà di altra natura;
  • organizzare su base annuale, a livello nazionale e locale, studi e incontri formativi sugli aspetti psicologici, comportamentali e relazionali che agiscono sulla pratica sportiva nella disciplina del Taekwondo e nelle competizioni;
  • favorire l'aggragazione, la socializzazione e l'attuazione dei principi di uguaglianza, pari dignità sociale, inclusione, responsabilità e solidarietà sociale tra i giovani sportivi e tra le famiglie;
  • favorire in modo reciproco lo scambio di informazioni e buone prassi sull'attuazione a livello locale dei diritti sanciti dalla Convenzione sui diritti dell'infanzia e la collaborazione anche a livello territoriale tra le rispettive strutture: Comitati Regionali per la FITA e sedi territoriali di CAMMINO;
  • promuovere a livello nazionale e locale eventi comuni di sport e gioco.