Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo
images/grandi19.jpg

Oggi il mondo sportivo piange la scomparsa di Bruno Grandi.

Il presidente onorario della Federazione Internazionale di Ginnastica è scomparso oggi all’età di 85 anni, proprio nell’annata di celebrazione del 150° della FGI. 

Bruno Grandi è stato un dirigente sportivo che ha segnato profondamente non solo l’evoluzione delle discipline ginniche, in Italia e nel resto del Mondo. Guidò la Nazionale Italiana ai Giochi Olimpici del 1972 e del 1976; il 19 marzo del 1977 viene eletto presidente della Federazione Ginnastica d’Italia, che guiderà fino al 2000. Nel luglio del 1996 diviene Presidente della Federazione Mondiale. Fra il 1998 ed il 1999 ricoprì il delicato incarico di presidente reggente del Coni, durante la fase di transizione dalla presidenza Pescante a quella Petrucci.

Membro italiano del CIO dal 2000 al 2004, Commendatore della Repubblica, Collare d’oro al merito sportivo

Il Presidente della FITA, Angelo Cito, si unisce al cordoglio della famiglia "Bruno Grandi è stato un esempio per tutto lo sport italiano e internazionale, un grande uomo e una vera e propria istituzione. Per me oggi va via una persona di riferimento, un dirigente che ho avuto la fortuna di conoscere e dal quale ho imparato tanto."


Lo sport piange la scomparsa di Bruno Grandi. Malagò: “ci ha insegnato a difendere l’istituzione sportiva"