Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo
images/corellisito.jpg

Roma Grand Prix 2019, il racconto della terza giornata

Terzo ed ultimo giorno della seconda edizione del Roma Grand Prix nella cornice del Foro Italico: tra gli italiani Roberto Botta (M-80kg) ha dato spettacolo fino ad arrendersi agli ottavi contro il brasiliano Martin Soares, con il punteggio di 7-6. Nel femminile Martina Corelli (W-49kg) ha sfiorato il traguardo delle semifinali: l’azzurra, con grinta e personalità, ha brillato in tutti gli incontri disputati fino a cedere contro la russa Ryadninskaya con il punteggio di 10-18.

Per la nazionale italiana è mancato l’acuto ma i ragazzi sono stati comunque promossi dal direttore tecnico Claudio Nolano: “Un pò di rammarico c’è ma usciamo a testa da questa edizione del Grand Prix. Siamo una nazionale giovane, forte e con ottime prospettive. Dispiace non aver potuto vedere Simone Alessio in gara fermato da un infortunio muscolare, ma sull’onda del titolo mondiale conquistato a Manchester quindici giorni fa ci avrebbe regalato forti emozioni”.

E a proposito di emozioni sicuramente una cartolina che questa edizione del Grand Prix ha offerto a protagonisti e appassionati è quella del Colosseo aperto questa mattina ad atleti e dirigenti per la premiazione degli atleti saliti sul podio nelle prime due giornate. Aldilà dei risultati l’edizione 2019 del Roma Grand Prix ha registrato il record di affluenza di pubblico per una 3 giorni di gare che ha visto sul tatami oltre 250 atleti sfidarsi nelle otto categorie olimpiche.

Oltre all’aspetto tecnico sportivo, un momento emozionante lo stadio Pietrangeli lo ha vissuto durante la presentazione del nuovo inno della FITA composto da Davide Kristof Acs. Grande entusiasmo anche per la 14esima edizione del torneo Kim e Liù che ha visto protagonisti i bambini di tutta Italia (con alcune presenze arrivate dall’estero) accorrere numerosi per combattere e soprattutto per divertirsi. L’appuntamento con il Taekwondo al Foro Italico non finisce qui: lunedì e martedì si prosegue con il torneo Olympic Dream Cup, rassegna che vede protagoniste i rappresentanti di tutte le regioni italiane. La competizione sarà anche stavolta un mix di adrenalina e passione, il tutto all’insegna dei valori di questa disciplina.

Altra nota positiva la diretta delle semifinali e finali della terza giornata del World Taekwondo Roma Grand Prix, categorie -49kg e -80kg, vissute su Sky Sport Arena con il commento tecnico di un ospite d'eccezione: il Presidente del CONI Giovanni Malagò.

Aggiornamenti seconda giornata: RISULTATI IN TEMPO REALE

Streaming On-line


Al Grand Prix gareggiano 256 atleti provenienti da 60 paesi con l'obiettivo di ottenere punti validi all'accesso ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020! Ma non è tutto perchè quest'anno le emozioni raddoppiano: all'interno del Grand Prix di combattimento i riflettori si sono accesi anche per il Freestyle. Per la prima volta in scena anche il World Taekwondo Grand Prix Poomsae 2019 che vede sfidarsi i più forti alteti del mondo in un mix di tecnica, agilità, acrobazie e musica.

E se ancora non bastasse, il parco del Foro Italico, trasformato per la seconda volta in un imponente villaggio di Taekwondo, ospita altri due eventi eccezionali: il torneo Kim e Liù 2019, con 1500 bambini in gara, e l’Olympic Dream Cup, l’emozionante gara a squadre regionali, formata dai miglior atleti del nostro paese.

Ad anticipare l'evento e creare la giusta atmosfera ci ha pensato il Demo Team della THF che dal 22 maggio scorso ha portato l'arte e la magia del Taekwondo nelle prinicipali piazze italiane (vedi: Il Tour del 2019)

NEW: PROGRAMMA GRAND PRIX